Pages Navigation Menu

Meeting Europeo Zero Waste

Social Platform

Bruxelles, 14 marzo 2011
Si e’ svolto a Bruxelles presso il “Social Platform” il primo Meeting Europeo Zero Waste promosso da GAIA Europe, Global Alliance Incinerators Alternatives e EEB, European Environement Bureau.

Hanno partecipato delegazioni da 13 paesi d’Europa: Belgio, Bulgaria, Croazia, Estonia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Spagna e Ungheria.
La delegazione italiana e’ stata rappresentata da Rossano Ercolini del Centro Rifiuti Zero del Comune di Capannori (LU), Patrizia Lo Sciuto di Zero Waste Italia e Riccardo Pensa della Fondazione Volontariato e Partecipazione.

La discussione, nella mattinata, e’ stata incentrata sulla definizione europea della strategia Rifiuti Zero. Joan Marc Simon rappresentante di GAIA ha sintetizzato il passaggio di paradigma dalla societa’ del riciclo alla “societa’ Rifiuti Zero” in cui l’obiettivo principale e’ la riduzione e la prevenzione dei rifiuti. A questo proposito particolare enfasi e’ stata posta sulla  necessita’ della costituzione dei centri di ricerca di analisi del residuo, quale strumento per promuovere la responsabilita’ estesa del produttore ; un nuovo disegno industriale che prevenga la produzione dei rifiuti.

Nel pomeriggio sono state presentate varie esperienze europee di buone pratiche tra le quali la Catalogna, il Regno Unito e l’Italia. Rossano Ercolini  ha illustrato la lista dei 25 comuni italiani che, a partire da Capannori, hanno aderito alla strategia Rifiuti Zero. Inoltre, sempre in ambito italiano, e’ stata sottolineata l’importante adesione dell’Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze (ANPAS), dell’Associazione Comuni Virtuosi e del Movimento Eco Sportivo.

In conclusione e’ stato deciso di creare una coalizione europea Rifiuti Zero che operera’ per sviluppare iniziative congiunte fra le associazioni dei vari paesi europei.