Pages Navigation Menu

Report – Premiazione “Zerowasters” 2016

Report – Premiazione “Zerowasters” 2016

Il Secondo Education Training si è concluso domenica 11 con la Cerimonia del premio “Zerowaster” 2016 che viene assegnato ogni anno ad uno o più attivisti della rete Rifiuti Zero in Italia per le loro attività, energia, passione e raggiungimenti nella diffusione della filosofia Zero Waste nella propria località e oltre. I candidati al premio incarnano perciò l’impegno che Rifiuti Zero come movimento si prende ogni giorno nei confronti di una comunità: la promozione di sostenibilità ambientale e sociale, solidarietà e partecipazione attiva alla vita civile.

 

Dopo una breve spiegazione concettuale sul processo di selezione dei premiati, Rossano Ercolini ha introdotto gli attivisti ricordando i momenti in cui è venuto a conoscenza delle loro attività e del loro distinto impegno nella missione Rifiuti Zero in Italia. Gli attivisti premiati in questa edizione 2016  sono: Concetta Mattia, dirigente ANPAS, Carmoz Aimée, la “pasionaria” di Stromboli, e Mario Aiello, tecnico acquisti Hotel Conca Park parte del network “Zero Waste Hotel&Restaurant”. Rossano li ha poi invitati sullo stage ringraziandoli e Marta Ferri ha proceduto con la lettura delle motivazioni date dalla commissione del Premio e che hanno portato alla scelta dei premiati.

 

Di seguito le motivazioni riassunte sui tre Premiati:

 

A Concetta Mattia

Per il suo impegno coerente, svolto all’interno dell’importante associazione ANPAS nazionale non trascurando mai la collaborazione stretta e puntuale con il tessuto associativo di Zero Waste Italy, volto a sensibilizzare il mondo del volontariato alla strategia rifiuti zero. Concetta Mattia, rappresenta un punto di riferimento primario nel connettere società civile e il progetto zero waste. Per questo, Zero Waste Italy, la proclama Zerowaster per l’anno 2016”

dsc_0260

 

A Mario Aiello

Per il suo contributo nell’ombra e “sotterraneo” che ha trasformato in risultati concreti il progetto “Hotel Rifiuti Zero” applicandoli all’hotel Conca Park di Sorrento, Mario Aiello rappresenta in modo esemplare quell’anello di congiunzione tra civismo e capacità creativa operativa tipico dell’approccio allo zero waste. Per questo Zero Waste Italy lo premia quale Zerowaster dell’anno 2016”

15442310_1873057692930184_3324383673459788932_n

 

A Aimée Pierette Carmoz

Per il suo impegno motivato e motivante nel contesto dell’arcipelago delle isole Eolie volto a far applicare nei contesti isolani le buone pratiche verso rifiuti zero senza far mancare il proprio sostegno alle reti regionali e nazionali rifiuti zero, Aimée Carmoz rappresenta un esempio di come anche una singola persona può far cambiare in positivo il corso delle proprie comunità. Per questo Zero Waste la premia quale Zerowaster per l’anno 2016”

15349747_1873057786263508_5379032271006023950_n

 

I premiati hanno poi avuto modo di poter raccontare le loro azioni, progetti, expertise e raggiungimenti connessi alla strategia Rifiuti Zero sul territorio in cui operano, alternando storie di commozione a momenti di divertimento.

Concetta Mattia ha raccontato, come membro di ANPAS, il lavoro svolto dal suo gruppo di volontariato ed ha sottolineato l’attivo interesse riscontrato nei cittadini Campani, particolarmente sensibili al tema dei rifiuti. Commozione ha suscitato poi la citazione della proverbiale frase del vescovo di Acerra (NA) quando, in piena lotta no-inceneritore dal pulpito disse “…Il diavolo brucia, Dio ricicla!”.

Mario Aiello ha invece brillantemente riassunto alcune delle molte pratiche Rifiuti Zero attuate all’interno dello Hotel Conca Park (Sorrento) – di cui è il responsabile tecnico -, portando così ai partecipanti dell’Education Training grande ispirazione ed esempi concreti su come ridurre i rifiuti, non solo all’interno di strutture alberghiere, ma anche nella vita di tutti i giorni (trovate il discorso in allegato su cortesia dello stesso).

Infine Aimée Carmoz ha divertito i partecipi raccontando alcuni aneddoti della vita quotidiana della piccola comunità di Stromboli. Tuttavia non ha tralasciato di criticare la disinformazione generale, causata da uno stato assente, e il mancato senso di responsabilità di parte dei cittadini verso le materie prime, che troppo spesso “buttano nella spazzatura” (una definizione “detestabile” secondo Aimée) ciò che ha ancora un valore inestimabile (trovate il discorso in allegato su cortesia della stessa).

 

In conclusione, Ercolini ha ringraziato nuovamente i Premiati e ne ha approfittato per ricordare quanto il lavoro degli zerowasters sia importante, non solo perché apportano modifiche di sostenibilità concreta nelle loro realtà, ma perché sono fonte di grande ispirazione e motivazione, due fattori necessari per coinvolgere e sensibilizzare i cittadini verso la Strategia Rifiuti Zero.

 

La riproposizione dei discorsi preparati da Aiello e Carmoz sono scaricabili tramite i link sotto. Purtroppo quello di Mattia non lo abbiamo poichè non vi era un testo scritto.

discorso-aimee

discorso-mario-aiello

 

Lucia di Paola

Staff Centro di Ricerca Rifiuti Zero